Torna su
Le Azioni

Il Progetto LIFE MUSCLES prevede l’applicazione del processo sviluppato mediante la realizzazione di un impianto pilota montato su container per essere trasportato nelle aree di produzione. I materiali polimerici recuperati saranno riutilizzati per fare nuove retine.

Parallelamente sarà sviluppato un processo per realizzare retine con biopolimeri compostabili per sostituire il polipropilene. Il progetto prevede inoltre azioni di sensibilizzazione e comunicazione rivolta ai mitilicoltori, agli operatori del settore e ai consumatori in merito alla sostenibilità del processo produttivo.

Cliccare sulle azioni principali per visualizzare le singole sotto azioni

A.1 Pianificazione delle attività di progetto
A.2 Raccolta e analisi dei dati
A.3 Selezione e test del biopolimero (BP)
B.1 Proposta e definizione di norme specifiche per le calze da allevamento mitili 
B.2 Progettazione e realizzazione di un impianto mobile di riciclaggio per calze in PP e BP
B.3  Attuazione del processo di riciclo dell’Impianto mobile
B.4 Sperimentazione e verifica in mare di calze BP presso il sito della Cooperativa Mitilicoltori Associati
B.5  Monitoraggio delle microplastiche nella colonna d’acqua e analisi degli organismi
B.6 Progettazione di una filiera circolare
B.7 Replica di soluzioni e risultati
C.1 Monitoraggio dell’impatto del progetto sul problema ambientale
C.2  LCA completo, Business Plan e Socio-Economic Report

Le Azioni del progetto prevedono:

Raccolta e l’analisi dei dati utili a definire lo stato dell’arte della mitilicoltura nel Mediterraneo, per fornire un quadro preciso dell’importanza di questo settore produttivo per l’economia, il mercato italiano e la filiera alimentare. Questa azione permetterà di avere stime affidabili sulla dispersione delle calze PP durante i processi di produzione e definire le sfide nel processo di produzione della filiera italiana dei mitili. Questa azione è volta a creare un documento di riferimento a livello nazionale che stabilisca le conoscenze di base sul legame tra il settore dell’acquacoltura e i suoi impatti sull’ambiente marino in termini di dispersione dei rifiuti e buone pratiche per limitarli. 

Formulazione di diverse tipologie di biomateriali che garantiscano adeguate performance delle reti preservando la biodegradabilità e la compostabilità, tenendo in considerazione i parametri chiave – come le proprietà termiche, meccaniche o la morfologia – che influenzano le prestazioni delle reti tradizionali e non biodegradabili. L’uso delle reti di biopolimeri porterà benefici sia all’ambiente marino che a quello terrestre perché contribuiranno da un lato a mitigare i danni dei rifiuti marini e dall’altro ad ottenere nuovi prodotti riciclati e compostabili.

Analisi della colonna d’acqua e monitoraggio delle microplastiche in siti pilota per verificare la potenziale presenza e gli effetti dei frammenti di PP e BP e dei prodotti di degradazione derivati dal ciclo di produzione delle cozze.

Progettazione e costruzione di un impianto mobile di riciclaggio per calze in PP e BP secondo la normativa comunitaria 2006/42/CE relativa alla sicurezza della macchina con parti in movimento gestite da operatori. L’impianto sarà progettato per raccogliere circa 300 kg di calze al giorno e si baserà sull’uso di attrezzature semi-industriali disponibili in commercio e secondo ai dati preliminari. 

Sperimentazione in mare di calze BP per il ciclo produttivo dei mitili, con prove di resistenza meccanica, validazione delle tecniche di allevamento e della produttività, della qualità merceologica, nutrizionale e qualità sensoriale degli esemplari allevati in calze BP.

Campagne informative per mitilicoltori e pescatori per illustrare gli impatti che i rifiuti di plastica hanno sugli ecosistemi marini; coinvolgimento delle comunità locali e dei turisti in eventi dedicati alla pulizia delle spiagge; programmi educativi per le scuole volti a proteggere i mari dall’inquinamento; webinar informativi per sensibilizzare le istituzioni pubbliche e le autorità locali sulle soluzioni che si possono adottare per ridurre i problemi derivanti dalla dispersione delle calze per la mitilicoltura. Realizzazione dell’etichetta LIFE MUSCLES come strumento per promuovere la riduzione dell’impatto ambientale degli allevamenti di mitili. Acquistare le cozze in imballaggi derivati dalle attività di progetto sarà occasione per rendere questo settore più competitivo e sostenibile grazie all’impostazione di una filiera circolare virtuosa che coinvolge mitilicoltori, venditori al dettaglio e grande distribuzione, istituzioni, autorità locali e consumatori.

TELL ME MORE

Make a splash with WaveRide, designed for everyone passionate about all things surfing.

156-677-124-442-2887
info@wordpress.com
184 Main Collins Street Victoria 8007
Follow Us: